Racconti romani

Tentativo di esaurimento di un luogo o la noia a Roma

IMG_5423

Premessa. In realtà a Roma non mi annoio. A volte sì. E Monti è meraviglioso.

Tornata a casa esattamente due anni fa, proprio a casa vera – Abiti sola o coi tuoi? Coi mieiAh ma te la spesa mica la fai, che ne sai. Mm. – da un po’ riesco solo a pensare Che palle Roma.

Lo dico, ma non troppo. Il denigratore di Roma – solitamente un non romano, spesso approdato dal Sud – quello che Roma è una merda, ride soddisfatto ma con la rassegnazione di chi qua deve restare. E quindi poi rido io. Il bastian contrario, quello che guardava inorridito al mio ritorno romano dopo qualche anno all’estero, senza mancare mai di rinfacciarmi tutti i disastri dell’Urbe, i malfunzionamenti, i ritardi, gli scempi edilizi – tutti elenchi che noi romani ascoltiamo con grande entusiasmo, ammirandone l’acuto spirito critico – ecco lui, ora, davanti alla mia ammissione di noia mi dice:

Ma tu pensa! Io ricomincio quasi a apprezzarla adesso Roma!

Ah.

10917336_10152642105906149_3634895489156781189_n

Le città funzionano così, come le gelosie tra cugini da piccoli. C’è sempre quella che per quanto grigia, per quanto stronzi gli abitanti, per quanto piccola, per quant…. è meglio della tua. Così il bastian contrario che fino a qualche ora fa Roma era una merda, una sera pre pasquale mi invitava:

Vieni, ti presento la mia coinquilina, è di Milano.

Piacere, la prima volta che vieni qui? Le chiedovo io.

Prima volta, faccio uno stage alla FAO. Mi piace così tanto questa piazzetta di Monti.

Quasi le ridevo in faccia alla novella romana.

Sarà il massimo a cui potrai aspirare, nelle sere primaverili ed estive, qui, nella Capitale. Selezionando tra la cinquina di posti all’aperto dove passare i luglio romani. Perché c’è il sole e bisogna stare tutti all’aperto. E non sempre potrai sederti sulla fontana. Ti accorgerai che è davvero un posto meraviglioso, una bomboniera, un’oasi in cui si respira una dimensione di quartiere a misura d’uomo, col barbiere, il forno, il ferramenta, il giornalaio che ti chiama per nome. Guarderai ogni scorcio di questo Monti, ti scoprirai innamorata del rione, respirerai tranquilla una volta seduta sugli scalini della fontana. Fumerai un drummino, una Camel, un bicchiere in mano. Saluterai questo e quello, riderai del ventottesimo ragazzino che gioca con l’acqua del nasone, rischierai di scivolarci sull’acqua di quel nasone. E poi ti romperai il cazzo. A morte.

E invece le ho sorriso alla novella romana. Vedrai, Roma in estate è bellissima.

IMG_7354

Standard

Una risposta a "Tentativo di esaurimento di un luogo o la noia a Roma"

  1. renatocursi ha detto:

    Monti tiene da due anni la palma d’oro estiva per i romani de Roma o acquisiti, ma secondo me sta per decadere. Vogliamo una rassegna o una preview dei Festival o location varie estive romane all’aperto. PausaRoma come agenzia di rating.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...